Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

giovedì 18 settembre 2014

I corsi di sabato 20 settembre a Milano con Monica

Le vacanze son finite, le scuole sono iniziate, e voi siete pronti per i nuovi corsi autunnali di stamping da Impronte d'Autore?

mattina: COLORITURA CON PENNARELLI ACQUARELLABILI E DISTRESS


Il primo corso in calendario è quello del 20 settembre sull'acquerellatura. Vedremo come utilizzare i pennarelli Impress, e i tamponi e le ricariche Distress per ottenere un effetto acquerello coi timbri; come creare uno sfondo acquerellato; come utilizzare le polveri per creare una mascheratura; e vi daremo qualche suggerimento per dare profondità alla stampa del timbro sfumando con gli acquerelli.

pomeriggio: TECNICHE AVANZATE

A dispetto del titolo altisonante, si tratta di un corso dedicato non solo ai più esperti, ma anche a chi è alle prime armi e non ha mai fatto stamping, e che magari ha voglia di sperimentare nuove tecniche e soprattutto creare degli sfondi unici per biglietti o pagine scrap. Useremo materiali nuovi, come i Mini Distress Pad Kit e i Mini Blending Tool, e altri meno noti, come i Perfect Pearls. E daremo sfogo alla fantasia per creare sfondi marmorizzati su cartoncino semplice e glossy, usando materiali insoliti, come la schiuma da barba e il sale grosso. Anche chi non ha mai usato gli acquerelli in vita sua, sarà in grado di creare degli sfondi da far invidia ai più esperti del pennello!

martedì 16 settembre 2014

bigliettino "lavagna"

ciao carissimi,sono di nuovo io, la vostra timbrina SARA,pronta per un nuovo progetto insieme!!!!!

Nel mese di settembre ,mese del rientro dalle vacanze di molti dei nostri bimbi a scuola,ho creato una card lavagna,per augurare un buon rientro ad un caro bimbo di famiglia! :D

per questo progetto vi occorre:



sono partita con un cartoncino nero 13 cm x 21 cm
e dal lato più lungo ho piegato a metà a 10,5 cm
poi da un cartoncino craft di 13 cm x 10,5 cm ho creato una cornice ,potete usare delle fustelle rettangolari o semplicemente tagliando con un taglierino la carta.

il risultato vi dovrebbe venire come in foto...


a questo punto sporco con un po di inchiostro e uno sfumino la cornice e tagli gli angoli per un effetto legno anticato....



ed ecco che la nostra struttura è pronta...


















a questo punto non ci resta che decorarla io ho usato il dolce bimbo d'impronte colorandolo con gli spectrum :)

ed ecco la card finita! 
con la penna gel bianca ho scritto sulla lavagna ....



spero vi sia piaciuta!

a presto SARA





mercoledì 10 settembre 2014

Effetto "spaccato" di Annalisa

 Ciao a tutti, sono Annalisa!
Oggi voglio mostrarvi una tecnica di cui ultimamente mi sono innamorata....creeremo insieme l'effetto "spaccato". Questo tipo di effetto si può ottenere anche utilizzando  Crackle Accents ma preferisco usare questa tecnica perché decido io dove fare le crepe e l'effetto mi sembra più realistico.

I materiali che ci occorrono sono:
-Timbro Impronta d'Autore "Cento di questi giorni"
-Cuscinetto inchiostrato  Versamark
-Polvere da rilievo clear
-Cuscinetto Distress Vintage Photo
-Embosser
-Mini Blending Tool 1" Round
-S4-110-Classic Ovals Large
-Carta collezione Linen Closet
-Bazzill Kraft e White

Si parte!!
Allora timbriamo e coloriamo la nostra bimba con la torta.

e diamoli la forma desiderata: io ho utilizzato la framelite ovale.

E adesso arriva il bello!!!! Per questa prima parte abbiamo bisogno di pochi materiali: il cuscinetto inchiostrato Versamark, la polvere Clear e l'embosser.

Direttamente con il cuscinetto sporchiamo il nostro cartoncino che abbiamo timbrato, lo ricopriamo con la polvere e la facciamo sciogliere con l'embosser. Otterremmo un effetto così:

Ripetiamo l'operazione più volte, anche 4/5 volte, fino ad ottenere quest'effetto:

(dobbiamo ottenere una superficie liscia)
Ora abbiamo un po' di riposo: mettiamo la nostra bimba nel congelatore  e aspettiamo circa 15 minuti. Dopo dobbiamo essere veloci: prendiamo il disegno e lo pieghiamo....si formeranno delle sottili crepe. Quando il foglio non si crepa più e non siamo ancora soddisfatti dell'effetto, lo rimettiamo nel congelatore. Lo strato che abbiamo creato diventa nuovamente duro e così possiamo continuare a romperlo fin quando non siamo soddisfatti del risultato.

Siamo alle battute finali:  sporchiamo il nostro disegno con il distress ink aiutandoci con il mini blanding. Premiamo un po' di più dove ci sono le crepe in maniera da fare entrare l'inchiostro nelle scanalature.

Bello l'effetto no??? La nostra bimba ha proprio un effetto vintage!
E così l'ho utilizzata per una card di buon compleanno:



Che ve ne pare???? Spero di avervi ispirato un pochetto! Naturalmente se avete qualche dubbio chiedete pure.
Alla prossima,
Annalisa







giovedì 4 settembre 2014

SEGNALIBRI

Ciao a tutti, sono Cristina!
Oggi vi propongo dei progettini facili facili per riprendere a craftare dopo le vacanze.
Sarà che leggo tanto, sarà anche che regalo spesso dei libri, ma per me un segnalibro va sempre bene!
La prima proposta è super easy e super classica:

 
Il cartoncino segnalibro lo trovate in negozio: questo è fatto col cartoncino coriandoli, molto decorativo già di suo, con quella "punteggiatura" colorata. A questo punto è sufficiente un bel timbro e, se vi piace, una scritta e il segnalibro è personalizzabile all'infinito! Una punchata rotonda in colore intonato e avete il vostro occhiello (con la bucatrice piccola fate il foro interno). Idea carina: con dei pezzetti di cordoncino di cotone colorato, intonati ai colori della timbrata, ho fatto delle treccine, simpatiche varianti al solito nastrino.
Timbri ed alfabeto sono (ma no!) della Lawn Fawn. I colori, bellissimi, sono quelli dei mini tamponi distress: trovate tutto in negozio. 
 
La seconda idea non è tutta farina del mio sacco: le amiche sono una sorgente inesauribile di trovate!
Un  giorno parlando con la mia amica Patrizia, instancabile creativa, ci stavamo lambiccando su come trovare idee semplici ed efficaci per dei piccoli oggetti et voilà, ci è venuto in mente questo:
 

Visti così sembrano solamente delle sagome, ma visti "operativi" rivelano la loro ingegnosità:

 
Semplici ed efficaci utilizzano il "sistema" delle graffette, ma sono solamente sagome di carta. 
Realizzarli è semplicissimo: ci vuole la Big Shot e le fustelle metalliche sottili "a nido". E' necessario lavorare del cartoncino pesante, ma è difficile trovarne di veramente carino, però si può aggirare l'ostacolo incollando la carta o il cartoncino che vi piace su un altro cartoncino intonato di colore. Si ottiene anche un bell'effetto double face. Ora che avete il vostro cartoncino ben robusto, scegliete la sagoma che più vi piace (come vedete le possibilità sono... tutte!). Selezionate la grandezza che fa per voi (anche qui la libertà è massima!) e, saltando una misura, la successiva in piccolo. Con la fustella grande tagliate la vostra sagoma. Ora prendete la fustella più piccola e posizionatela in modo da creare il bordo della nostra graffetta. Adesso sistematela sul tappetino trasparente facendo sporgere la parte superiore della fustella in modo che , passando con la BS, quella parte non si tagli. Andate di manovella ed il vostro segnalibro-graffetta è già pronto! Tra l'altro funziona benissimo! Potete personalizzarlo come volete: mettere il nastrino, fare scritte e timbrate ecc. ecc. 
 
Il terzo progetto è un altro grande classico, ma di indubbio fascino: il segnalibro angolare! Funziona molto bene ed è sempre gradito, anche questo personalizzabile all'infinito!
 
 
In giro per il web ci sono sistemi vari per realizzarlo, io ho trovato questo, che mi sembra il più facile.
Prendete del cartoncino di vostro gusto e fate un quadrato di cm 9x9. Se avete delle fustelle quadrate l'operazione sarà più semplice.

 
Ora piegatelo in quattro, aiutandovi con una pieghetta, ed eliminate uno dei quadratini:
 


Ora tagliate la punta del quadrato opposto a quello mancante, a 3,5 cm dal vertice:

 
Sagomatelo con un border punch. Ritagliate un piccolo quadratino di cartoncino che incollerete sul dietro del vertice superiore del quadrato col lato sagomato e poi fate un forellino in cui farete passare il cordino o il nastrino (ma è anche assai carina una catenella con i charms...). Guardate la foto e capirete al volo:
 
 
Fate passare nel foro il vostro cordino, o quello che avete deciso di usare.
Ed ora non resta che ripiegare uno sull'altro i due quadrati interi ed incollare col biadesivo. E' pronto!
Semplice ed originale, è sempre molto gradito. Ed ora voglio sbilanciarmi un po' "in avanti", dando un'occhiatina ad una versione natalizia di questo segnalibro:
 
 
 
solamente per mostrarvi un impiego dei magnifici nuovi bottoncini che sono arrivati in negozio: questi, a forma di lampadina natalizia, sono una vera cannonata! Ma ce ne sono tanti altri bellissimi: dovete andare a scoprirli. Io sono già diventata matta per loro e ho preparato alcuni progetti che vi mostrerò nei prossimi post.
E allora vi saluto con affetto e la promessa di "stufarvi" di... bottoncini!




giovedì 28 agosto 2014

LE CINQUE COSE CHE MI PIACCIONO DA MATTI

Eccomi qua di nuovo. E' passato già un mese dal mio ultimo post come Timbrina.
Sono Miranda e oggi tocca a me tenervi compagnia. 

Lo faccio sempre mooooolto volentieri, ma oggi di più perché in quello che vi farò vedere ci sono ben 5 cose che ultimamente mi stanno letteralmente facendo impazzire.
Ho tante foto da mostrarvi, quindi mettetevi comode ed iniziamo:-)

PRIMA COSA CHE MI PIACE DA MATTI
Ultimamente nel mondo del card making sta primeggiando la tecnica dell'embossare a caldo il timbro prima di colorarlo. "Sai che bella novità!" dirà qualcuno. In effetti non c'è nulla di nuovo sotto il sole se non che se si embossa in bianco si possono ottenere effetti shabby mica da ridere. E visto che a me lo Shabby sembra lo stile per eccellenza non poteva non ammaliarmi l'idea di colorare così il punto due:-)

SECONDA COSA CHE MI PIACE DA MATTI
Sono i timbri dei nuovi Bimbi di Impronte. Non vi ripeto quanto li adoro, sappiate che sto aspettando con ansia assurda la collezione invernale. Certo, il tempo mi sta aiutando a calarmi nello spirito giusto, ma davvero non vedo l'ora.

Quindi facciamo punto uno + punto due e seguitemi un po' se vi va.


Consigli pratici. In una buona carta da acquarello c'è una discreta quantità di cotone.. Embossate quindi tenendo il vostro embosser puntato sul retro del foglio in modo da non correre il rischio di bruciare la vostra immagine. Impiegherete qualche secondo in più, ma è meglio, fidatevi.  Inoltre con un pennellino prima di embossare ho tolto la polverina che delineava gli occhi. L'idea di una bimba con gli occhi bianchi mi sarebbe sembrata spettrale e quindi per nulla shabby ahahahah;-)

  • Ho colorato con lo Stormy Sky distress ink il vestitino seguendo le pieghe del disegno e.. va beh, inventandomene una che secondo me ci stava benissimo...

Guardate come si vedono già le sfumature ripassando con lo stesso colore le zone già colorate  per  evidenziare le ombre;-) facile, divertente e rilassante:-)


Gli occhietti li ho colorati con un pennarellino a punta fine e lo sfondo è stato fatto con il Tumbled Glass distress ink.

Ecco fatto! Carina, vero? Se siete alle prime armi con i Distress Inks, questa tecnica può aiutarvi a prenderci la mano perché non vi dovrete preoccupare dei bordi e delle sbavature visto che l'embossatura vi farà da argine.

Una volta colorato il timbro, montarlo su una tag è stato molto divertente. Ecco qua:


In questa tag ci sono tutte le altre cose che mi stanno piacendo da matti in questo periodo:

TERZA COSA CHE MI PIACE DA MATTI
La mia macchina da cucire!!! Ormai cucio ogni cosa. Tutte le mattature ed i pezzettini di carta avanzata che in genere taglio a striscioline di circa un centimetro e unisco insieme per creare nuove carte:-)

Vorrei con molto orgoglio farvi notare come sto imparando a domare la tensione ihihihih;-)

QUARTA COSA CHE MI PIACE DA MATTI

Anche questa è una moda che sta impazzando nella blogsfera e nei vari gruppi FB: i tappi da bottiglia BIGSHOTTATI. Passati nella Big Shot si appiattiscono e sono pronti per essere decorati. Io li ho colorati di bianco. Ci ho attaccato un pezzetto di carta che altrimenti, data la dimensione, avrei buttato. Ho appiccicato su un sentiment ed un cuoricino e poi ci ho versato su una buona quantità di Glossy Accent che non solo è un potentissimo adesivo, ma è decisamente utile per creare effetti molto carini. Guardate un po'…


E per finire il mio nuovo ultimo e viscerale amore! Last but not least
QUINTA COSA CHE MI PIACE DA MATTI… rullo di tamburi… WINK OF STELLA. Ve ne ho già parlato qui, vi avevo detto che sono stati una scoperta bellissima e vi confesso che li sto davvero usando sempre ed ovunque. A differenza degli Stickles (che in questa tag ho usato per decorare il bordo dell'ovale fustellato con una spellbinder) sono decisamente moooooolto più discreti, per usare la definizione della mia DT Coordinator Annaelle, ma sono di un effetto strepitoso… guardare per credere il dettaglio del vestitino su cui ho usato Wink of Stella trasparente



Tutti i materiali usati li trovate nello shop. Se cliccate sul nome del prodotto vi ho messo il link diretto;-)

E con questo prometto che non vi tedio oltre.
Spero abbiate passato tutti una buona estate e che vi siate riposati scappando un po'.
Quanto a me vi ringrazio per la pazienza che avete avuto se siete arrivati fino qui. Non esitate a contattarmi per qualsiasi chiarimento e… beh… ci vediamo in Autunno. Mi riconoscerete, sarò quella con un distress in una mano ed un timbrino nell'altra;-)

Baciiiii e alla prossima