Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

lunedì 28 agosto 2017

BREAKING RULES : DISTRESS OXIDE part 3


Distress OXIDE parte terza... la Nemesi. AHAHAH, no dai scherzo.... Ben trovati tutti. Ultimo post sulle tecniche con gli Oxide. Questa Volta parliamo di stencil e poi prometto che dal prossimo post vi parlo di altro.
Allora, mettetevi comodi perché ho un sacco di cose da dire e soprattutto tante foto e tanti esempi da mostravi... del resto le mie Compagne Timbrine mi hanno concesso ben due mesi (sante tutte e subito).
Se vi ricordate avevamo detto che la caratteristica fondamentale di questi splendidi inchiostri è che reagiscono all'acqua MA hanno anche una componente di inchiostro permanente.
Beh... partiamo... qui trovate gli stencil in vendita da Impronte che mi piacciono molto perché hanno una forma abbastanza grande per fare gli sfondi delle card formato classico.

Iniziamo prendendone uno ed appoggiamolo sul nostro foglio di carta (vi dicevo in questo post che la carta non deve essere per forza carta da acquarello). io lo ho fermato con del nastro carta per avere più controllo, ma non è necessario...


A questo punto con il mio blending tool, ci sono semplicemente passata sopra e ho colorato la mia card..


Questo è il risultato. Mi piace molto, MA ci tengo ad evidenziare non tanto il risultato che può piacere o no, quanto la capacità che hanno questi colori di fondersi gli uni con gli altri senza formare il color FANGO (l'incubo di ogni acquerellista...)


Adesso prendiamo il nostro stencil  tutto sporco (o___o) e non puliamolo... ma spruzziamoci sopra dell'acqua. A questo punto prendiamo il nostro stencil tutto colorato e tutto bagnato e.....


... scaraventiamolo sul nostro foglio di carta pulito. Questa tecnica è quella del NEGATIVO...


et voilà... guardate che meraviglia... anche perché in questo caso l'OXIDE  si è  bagnato e si è ossidato dando vita così a tonalità davvero splendide!


Questo gioco lo abbiamo fatto sulla carta bianca, MA... coloriamo con gli OXIDE la nostra base e sfumiamo fra loro un paio di colori...


... e ripetiamo il gioco. Bagnamo il nostro stencil...


E buttiamolo sul nostro sfondo. Lasciamo che l'acqua agisca qualche secondo (contate fino a 10...)


E questo è il risultato:-)


 Dai... altro gioco... sfumiamo qualche colore e orniamo un arcobaleno.


Appoggiamo adesso il nostro stencil ed in questo caso, si... in questo caso fermatelo con del nastro carta.


Adesso prendiamo una bella salvietta umidificata, quelle per il culetto dei bambini per intenderci... e passiamoci sopra. 


Il colore a contatto con la salvietta bagnata si ossiderà e ... adorabile!!! Ve lo ho già detto che sono totalmente innamorata di queste meraviglie di inchiostri?


Dai, altro gioco... fissiamo un altro stencil...


mettiamo i nostri colori sul craft Sheet e spruzziamoci sopra dell'acqua...


Poi prendiamo un pennello vecchio e via... nebulizziamo l'OXIDE!!!!


Non è carino questo effetto tutto puntinato?


E adesso passiamo ad uno dei miei giochi preferiti. Ho colorato con colori scuri la mia card.
Nella seconda tornata di colori che il buon vecchio Tim ha fatto uscire grazie a Dio c'è il Black Soot, colore fondamentale per disegnare dei cieli notturni... quelli che piacciono a me...


Dopo, con l'ANTIQUE LINEN ho usato questo stencil. L'Antique Linen è un bel colore chiaro e con i DISTRESS classici questo gioco non sarebbe venuto, ma con gli OXIDE (che hanno una componente di pigmento) il colore chiaro non viene inglobato da quello scuro sotto....


Ecco qui il risultato finale...


Basta aggiungere solo qualche schizzetto di acrilico bianco et voilà... la galassia è servita.:)


Ultimo gioco. Coloriamo la nostra card con un OXIDE e spruzziamoci sopra dell'acqua. Aspettiamo che l'acqua riattivi la componente Watercolor del nostro OXIDE e asciughiamo.


Adesso appoggiamo il nostro stencil, fermiamolo con del nastro carta e...


E coloriamo con un colore più scuro... Vedete che là dove il colore si è ossidato, il colore scuro non può farci nulla: l'ossidazione resta, ma diventa più dinamica..


Ora, abbiamo un sacco di sfondi. Io, naturalmente li ho trasformati in card.


Mi sono venuti in aiuto i timbri e le fustelle di Lawn fawn ed i pennarelli Twin Art and Graphic della Keretake che per questo tripodi timbri, se si vuole acquerellare, trovo che siano PAZZESCHI ed INEGUAGLIABILI!!!

Qualcuno va in giro dicendo che mi ha "aiutato", ed ad essere onesti, vedendo i peletti bianchi che spuntano fra un pesciolino e l'altro, non posso di certo negarlo...


Vi faccio vedere qualche dettaglio delle card.
Su questa con Touch Marker della Pentel ho scritto il mio sentiment.


Ho poi decorato con paillette e soprattutto con gli ENAMEL ACCENT della Ranger... sono meravigliosi, prendeteli, ci sono in negozio nella confezioni doppia bianco e nero!!! Sono bellissimi, si asciugano in fretta e sono di un lucido pazzesco. Diciamo che spesso risolvono la card:)


Questo sfondo invece mi sembrava già abbastanza colorato e mi sono limitata a mettere una fustellata di Bazzill (la cui trama per me decora già di suo) sovrapponendola, però, un po' sfalsata sulla stesa fustellata su carta nera, in modo da dare un po' di profondità alla scritta.


Questo sfondo poi è il mio preferito ed infatti ci ho messo su un bel micio...


E visto che è la mia preferita vi faccio vedere anche il sentiment, embossato a caldo con polvere bianca su carta nera.


Qui invece ho attaccato su due uccellini che chissà cosa si stanno raccontando...


E qui non ho usato le piante grasse.


E su questa ho attaccato degli elementi della platee dello spazio (Forse è questa la mia preferita!)


E questo sfondo invece sembrava un mare e quindi perché non renderlo abitato con dei pesciolini?


Ah... ultima cosa... se siete arrivati fino qui fatevi dire l'ultima cosa... vedete gli sberluccichi sulle bolle? STICKLES... danno lo sberluccico ma sono materici e danno tridimensionalità. Sono meravigliosi. Ci sono di un sacco di colori. io qui ho usato il Cristal.


Seb siete arrivati fino qua sierre stoici mica poco!!! Bravi!!! E' così che sono i veri TIMBRINI!!!
Fatemi sapere cosa ne pensate. come usate questi inchiostri, con cosa ci giocate...
Vi aspetto il mese prossimo, nella speranza che ci sia più fresco..., con un nuovo gioco.

HAPPY STAMPING a tutti
M!R

martedì 22 agosto 2017

novità ......Oxide e altro



Ciao a tutti.
Benvenuti nel blog delle timbrine d'Impronte.
Alcune novità.......la Tool precision press  della
We R.

Questa tavoletta é munita di righello e griglia ed e' ideale per timbrare con i clear.
Ma come sapete  ho  molti timbri in gomma  e non aderendo alla tavoletta  ho posizionato il tack n peel che posso poi rimuovere a mio piacimento.


Ho fustellato un biglietto  e
Con aiuto degli Oxide (le caratteristiche sono state ampliamente già state descritte dalle timbrine) ho colorato il biglietto

Poi ho timbrato con la tavoletta
(Timbro Angolo floreale di IMPRONTE)


La timbrata é veramente netta e precisa.........anche utilizzando il tack n peel.

Qua si vede più da vicino la timbrata e come tutte le linee del timbro siano perfette.


In questo  altro biglietto ho usato la timbrata bianca  e ho utilizzo la polvere sciolta poi con l'embossing.



Ho colorato l'intero con gli oxide

La timbrata  risulta sempre perfetta

Devo dire che  sia gli oxide  che la tool precision sono stati ottimi  acquisti.......


Ci si aggiorna  a settembre,.........Monica!