Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

mercoledì 3 agosto 2016

C'E' ARIA DI VACANZE...

Ciao a tutti da Cristina!
E' agosto, tira aria di vacanze, magari va in vacanza anche lo stamping... Una pausa ci vuole!
Invece sono qui, implacabile, e tento di ingolosirvi con qualche proposta "a tutta vacanza".


Io la chiamo "mezza shaker card" perché la finestra riguarda solo mezzo biglietto, ma consente di aprire scorci insoliti... E' tutta bella piena e confusa per augurare allegramente buon compleanno ad una amica. Per quanto riguarda la tecnica, volevo attirare la vostra attenzione sullo sfondo sottomarino a onde. E' un metodo facilissimo e carino che ho imparato dalla grandissima Jennifer McGuire (lei, naturalmente, lo fa "meglissimo"!). Si usano Distress Ink, Tool Blender e stencil. Prima si passa l'area che si vuol decorare col Tool Blender e il Distress in modo uniforme e leggero (qui ho usato Tumbled Glass), poi si sovrappone lo stencil (ho usato 85009 Groovy) e si passa di nuovo il Blender. Si hanno tre possibilità operative: o si ripassa lo stesso colore intensificandolo, o si passa ad un colore in gamma, ma più scuro (qui ho usato Peacock Feathers), o si passa il blender con il pigmento bianco (per esempio il Brillance Moonligt White). Si ottiene un effetto bellissimo che Jennifer chiama "dimensionale". Naturalmente mi sono messa subito a pasticciare e ho scoperto che sono tutti e tre degli effetti sorprendenti e facilissimi da fare. La prima opzione, tinta su tinta, dà un risultato morbido, ma evidente; davvero sembra che il disegno "cresca". Per questa card ho scelto la seconda opzione con la tinta più carica, perché lo spazio è molto ristretto e con la confusione di pesci e tutto il resto, volevo che si vedesse bene. Quella col bianco è una vera favola, ma ve ne parlo la prossima volta (altrimenti mi uccidete, qui si sognano vacanze...).
E allora, sognando e risognando, passiamo alle sirene:



Come potete notare, sono arrivate le nuove scritte per la palla di neve: non è possibile relegarla al solo uso natalizio... Io l'ho trasformata in tag, ma si può benissimo applicarla su un biglietto. Con le fustelle di Lawn Fawn è facile da realizzare e si fa un figurone, senza contare che tanti dei personaggi di LF entrano comodamente nella palla e allora si possono raccontare storie...


La presenza di un "sirenetto" permette tante variazioni, ma qui non è la card il motivo di riflessione, bensì la tecnica. Anche per questo sfondo ho imparato da un'altra grandissima dello scrap-web: Kristina Werner. Anche questa è una tecnica semplice (altrimenti non ce l'avrei fatta) ma di grandissimo impatto. Ci vogliono gli Zig Clean Color, che sono i nuovi colori ad acquerello con la punta a pennello in setola (una sciccheria...) ed un pennello. Fissate la vostra carta adatta all'acquerello su una base rigida (una tavoletta). Con il colore azzurro chiaro fate delle linee ondulate nella parte alta del biglietto. Ora con il pennello bagnato  distribuite il colore. Rimarrà la linea più marcata dello Zig, mentre col pennello bagnato si colorerà leggermente il resto della zona. Ripartite bene lo spazio in base ai colori che volete usare e procedete scurendo la sfumatura. Il risultato è stato migliore di quello che speravo... davvero sono riuscita a fare una profondità marina... (tutto merito di Kristina, quella con la K!).
E poi sono andata avanti a pasticciare:


Troppo carini i narvali di Lawn Fawn!!! Qui i colori sono più chiari e ho cambiato carta: Malmero Perlé Blanc. E' una carta che adoro e ha avuto una buona tenuta anche con questa tecnica abbastanza bagnata. Ogni carta reagisce a modo suo: per esempio, qui le onde fatte con gli Zig Clean Color sono più definite, più evidenti.
E' stato molto divertente anche fare le scritte: sono di Lawn Fawn, naturalmente...  A me non piacciono molto le scritte intagliate a cui mancano i pezzetti centrali degli occhielli delle lettere: rimangono dei buchi che per me sono brutti. Però sistemare i suddetti pezzettini non è facile, perché non sempre si centra lo spazio (e poi si vede tantissimo...). Così mi sono inventata questo sistema:


Quando ho intagliato la mia scritta nel cartoncino, la posiziono, con tutti i suoi pezzetti, su una striscia di post-it. Applico ai pezzettini lo stesso biadesivo spessorato che ho usato per il cartoncino e riapplico nella sua sagoma la scritta. Premo bene in corrispondenza dei pezzettini e tolgo post-it e scritta. Et voila! Ogni pezzettino va nel suo... posticino!
Spero di avervi invogliate a provare nuove tecniche quando tornerete...
Per ora buone vacanze a tutti e ci rileggiamo a settembre!
Cristina

3 commenti:

  1. Criiii ma quanto belli sono questi progetti! ^_^
    ahah! La kristina con la K è una maga!! Ma anche tu nn scherzi! ihih! la prima è favolosa ci sono così tanti personaggi! Poi la shajer con la sirenetta è fantastica! E vai alla grande con gli zig!! Davvero un bellissimo effetto! Sei super bravaaa!! baciii :)

    RispondiElimina
  2. Grandissima! Grazie mille per la dritta sui pezzettini nei posticini...sono sempre ostici!!! A presto!
    Cristina
    thehouseoftheblackbirds.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!!!! Sono senza parole!!! Non finisci mai di stupirci!!!!Bravissima!!!!

    RispondiElimina