Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

sabato 27 febbraio 2016

BRUSHO: li conoscete?


Il bello del nostro mondo craft è che è un mondo decisamente colorato, quindi quando abbiamo visto le polveri BrushO  non siamo riusciti a resistergli.



Ma cosa sono? 
Sono polveri di pigmento solubili in acqua e si presentano così



E cosa ci faccio?
Ci colori il tuo mondo!

Dove le trovo?
Da noi nei negozi di Milano, Genova e ovviamente online sul sito stamping.it!

Ma come funzionano?
In diversi modi, io mi sono lasciata ispirare dai video di Jennifer McGuire, per poi perdermi in un mare di: e se provassi a fare così?



Ora mettetevi comode e andiamo ad iniziare: una delle prime sperimentazioni è stata con la mascheratura. Ho tagliato con la Big Shot e la fustella LF794 Fustelle - Scripty Love Dies della Lawn Fawn la scritta love nella gomma crepla bianca.
(ho provato anche a tagliarla nel cartoncino che avevo "impermiabilizzato" con del nastro adesivo largo ed ho avuto buoni risultati anche con questo metodo)


passo sul retro la colla zig che ha un'utile caratteristica: se la si distribuisce sulla fustellata e la si lascia asciugare anzichè incollarla subito, questa colla diventa riposizionabile, quindi comoda quando si tratta di realizzare mascherature come in questo caso.


poi la scelta dei colori... eccoli i brusho. Ho subito pensato di personalizzare i miei vasetti incollando sopra il coperchio un cerchietto colorato con gli stessi e la scritta del nome. Non sono stata ad aprire i coperchi, ho optato per la soluzione che ho visto usare nel web: un foro nel centro praticato con il punteruolo e per chiuderli userò delle puntine.
Userò il Rose red, Orange, Lemon, Leaf Green, Cobalt blue, Purple e Violet: nonostante le giornate ancora grige sono in fase arcobalenosa.


Posiziono la scritta sul mio biglietto


ed inizio a distribuire le polveri sul biglietto partendo dall'angolo in alto a sinistra con il Rose red


proseguendo con i colori successivi fino ad arrivare nell'angolo in basso a destra con il Violet.


Si vede bene la polvere?

Un paio di vaporizzazioni d'acqua dopo ecco cosa si vede.  In questo caso sono stata abbastanza distante e non ho esagerato con l'acqua. Volevo un effetto un po' a macchie di colore non uniforme e in alcuni punti mi sembra di esserci riuscita.


Si possono velocizzare i tempi d'asciugatura sia con l'embosser che con un comunissimo asciugacapelli. Quando vado a staccare la scritta ecco cosa si ottiene

 

qui ho sovrapposto alla mascheratura un'altra fustellata in gommacrepla bianca della stessa scritta.


Continuando nella sperimentazione sono passata ai segnalibri: non credo esista un sistema più veloce e divertente per creare sfondi.

Ho fissato il segnalibro con del nastro di carta cercando di creare una sorta di mascheratura di qualche millimetro nei bordi (tra l'altro il sistema è comodo perchè evita al foglio di imbarcarsi troppo quando viene bagnato).


Altra selezione di colori


che distribuisco qua e là


un apio di vaporizzate d'acqua e che meraviglia mi trovo?


ma voglio un effetto più diluito e allora vado con altri due spruzzi


bello mi piace ma se volessi qualcosa di molto ma molto più delicato?
Semplice ci viene in aiuto la carta da cucina: una tamponata


ed ecco il risultato delicatissimo.


Questo il risultato una volta completamente asciutto.



 Altro esperimento con tanta acqua e colori vivaci




Se ci mettimao di mezzo i timbri?
Parto ancora dal segnalibro


timbro ripetutamente una farfallina (e sul nostro sito QUI c'è solo l'imbarazzo della scelta) e embosso tutte le timbrate con la polvere da rilievo bianca.


Sempre con le polveri Brusho nei colori Rose red, Orange, Lemon, Leaf Green, Cobalt blue, Purple e Violet parto da sinistra (o dall'alto a seconda di come si tiene il segnalibro) con il Rose red e finisco con il Violet


Vaporizzo per bene e a me il risultato piace già!


con la fedele carta da cucina vado a tamponare lì dove si stanno formando delle "pozze di colore" facendo attenzione a non togliere troppo colore



Ecco il vivace risultatouna volta asciutto

 


Ma come diceva una pubblicità la potenza è nulla senza controllo... quindi se volessi "controllare" i colori? Li posso usare come acquarelli e verificare, in questo modo, la saturazione e la tonalità.

Prendo la mia tavolozza


metto all'interno qualche granello di Brusho


vaporizzo acqua oppure posso usare direttamente il pennello bagnato o metterci qualche goccia d'acqua insomma di modi ce ne sono



ripeto l'operazione per i soliti Brusho ed ecco la palette pronta per essere usata


Ora con il fido pennello Brush H2O a punta larga piatta e un foglio di carta da recupero di lato, testo il colore e passo alla colorazione del segnalibro precedentemente preparato con le farfalle embossate in bianco.



Un solo prodotto, tanti utilizzi e tecniche. Che dire? questi Brusho ci piacciono!

Se volete scoprire tutti i segreti di queste coloratissime polveri iscrivetevi al corso di Monica del 9 aprile nel negozio di Milano vi lasciamo con un paio di sue creazioni




 





3 commenti:

  1. Ma che meravilgia...impossibile resistere! L'effetto un po' a sorpresa è davvero bellissimo...
    Cristina
    thehouseoftheblackbirds.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Posso chiederti che carta hai usato come base? Grazie mille, stupendi!

    RispondiElimina
  3. Al prox corso di Monica mi iscrivo!!!

    RispondiElimina