Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

giovedì 30 ottobre 2014

Il cappotto di Giuseppe




È così e' finito anche ottobre.
Non so voi ma a me è passato sotto gli occhi in un battibaleno, mica mi sono accorta di nulla.
Sono in una fase un po' così... Capita a tutti, credo, di avere tante idee e stimoli nella testa ma di fare di fatto molta fatica a realizzarli. A me poi, che se c'è una cosa che so fare bene e' proprio quella di perdermi fra i miei pensieri....
Comunque, dicevo, sono in una fase di grande e profonda crisi. Non ho chiaro bene cosa voglia fare da grande nel mondo dello stamping. Una cosa so ed è certa: a me lo stamping piace da morire! E' un'autentica passione. Quelle per cui, alla fine, anche se sei costretta a fare le ore piccole va bene lo stesso...
In questa fase di crisi creativa mi sono ritrovata a tirare fuori il mio quadernetto degli appunti ed esperimenti e ho ripercorso quelle che sono state le piccole scoperte che mi hanno portata a credere che questo sia uh hobby magico.

Una delle prime tecniche che mi ha fatta esclamare "ma è magggggia!!!" e' stata il Cappotto di Giuseppe (Joseph's coat). La tecnica e' conosciuta nel mondo dove c'è del professionismo come Embossing Resist, Ma a me l'idea che ci sia un Giuseppe con un cappotto così, piace di più.

Ho provato a rifarla e vi mostro cosa ne è uscito. Se vi va potete giocare con me.
Per prima cosa ci serve una base bianca sulla quale lavorare.
Ci serviranno poi degli inchiostri colorati ed in particolare uno deve essere più scuro di tutti gli altri perché sarà quello che creerà il cappotto.
Mi raccomando il blending tool.
Ci serve poi dell'embossing powder trasparente, un tampone versamark clear, l'embossing tool e la magic bag.

Dobbiamo anche scegliere dei timbri.
Prima di sceglierli però precisiamo una cosa: questa tecnica serve per creare uno sfondo! È perfetta quando vogliamo creare la nostra carta pattern, quindi i timbri che sceglieremo dovranno andare bene per questo...  

Allora iniziamo. 
Prendiamo la nostra carta bianca e giochiamo con gli inchiostri. Riempitela tutta con i vostri colori, non dovete essere precise, non preoccupatevi delle zaffate. L'importante è  che la riempiate tutta.


Per farvi vedere quanto poco serva la precisione io ho applicato il tampone direttamente sulla carta usando proprio i bordi. Un effetto meno marcato sarebbe auspicabile, ma io voglio farvi vedere come davvero si possa fare di tutto.

Poi, dopo aver lasciato passare qualche minuto ed aver fatto asciugare bene il nostro inchiostro, ho passato la mia magic bag su tutta la superficie. 
Questo è un passaggio importantissimo perché  questo attrezzino gioca sull'antistaticita' della carta e ci permetterà di avere un'embssatura a caldo perfetta. 
Come timbri io ho scelto questi due deliziosi timbri  (foglie e ghiande) montati su legno di Impronte e con il Versamark clear ho timbrato un po' qua è un po' la' e poi ho passato la mia polverina trasparente. 
Questo è il risultato.


E adesso facciamo la magia;)
Prendiamo il colore più scuro che abbiamo scelto. Io ho scelto un bel marrone caldo!!!.
Con il mio blending tool, in questo caso una sponge dubber, ho iniziato a ricoprire tuuuuutta la mia superficie.



 La magia consiste in questo: una volta coperta tutta la vostra superficie con il colore più scuro (beh, la cosa importante è che sia coprente) prendete un fazzoletto di carta e passate sopra alle timbrate! "Magicamente" il colore che avrete messo per ultimo sparirà e si vedranno le vostre timbrate e tutte le sfumature ed i colori con cui avrete decorato la vostra carta bianca!



A me sembrava magia ed ancora adesso devo ammettere che mi piace! Parecchio...

Ottenuta la mia carta di sfondo ho montato la card... 



Un pezzetto di iuta avanzata da un corso Scrap che mi porto nell'anima. Foglie di Tim Holtz fustellate su cartoncino pesante e colorate con i distress pad. Per farle risaltare alla fine ci ho sbattuto letteralmente sopra un po' di glossy accent creckle. Due funghetti ed una melina, avanzi di una bomboniera di qualcuno che non ricordo ma che ringrazio e via ...




Sa di bosco, mi piace!
pensavo... Fortunello questo Giuseppe con tutti questi cappotti magici;)

Spero di vedere presto i vostri mantelli. 
Per il momento vi ringrazio per essere arrivati fino qua e grazie come sempre per tutte le cose carine che mi dite sempre. Fanno la differenza. Grazie!!!
Baci a tutti


venerdì 24 ottobre 2014

si comincia......

Ciao sono Monica . Ebbene si comincia a prepare i doni di Natale. ....non so voi ma io devo partire per tempo, le persone sono tante, il tempo poco quindi ogni anno devo pensare a pensierini veloci da prepare, ma che possano piacere ed essere utili.
Questo anno ho pensato a creare dei profuma cassetti .....quindi armatevi di:
★STOFFA
☆INCHIOSTRO versacraft o fabrico X TESSUTI
★PENNARELLI fabrico  X STOFFA
☆TIMBRI ( io ho usato stampendous per i fiori e l'altro handmade di Impronte d 'Autore
★FILO COLORATO
☆OVATTA X IMBOTTIRE, LAVANDA, GESSETTI PROFUMATI
★FETTUCCIA

Allora premetto che io ho usato la macchina cucire ma si puo benissimo cucire a mano....



Qui invece di usare il tampone ho usato direttamente i pennarelli per stoffa sul timbro


Ecco come e' venuto.....ricordatevi comunque che questi inchiostri se stirati a rovescio il colore si fissera' e saranno resistenti ai lavaggi.
Successivamente ho ricamato un po' la timbrata.....


 Con la fettuccia bianca ho stampato la scritta handmade da applicare su ogni sacchettino


Vi assicuro che la scritta handmade da un tocco in piu'





Eccoli finiti.....io ne ho fatti alcuni con dentro la lavanda, altri con gessetti profumati.....e pensavo di fare anche i sacchetti con i noccioli di ciliegio,se mi rimane del tempo.....ne devo preparare una quarantina



Ora passiamo al packing............................................................   ...........

Preparate il vostro envelope punch board e la vostra big shot.
Ho usato il blocco di carte natalizie nuove di dovecraft......troppo belle.....qualche campanellino e un po di twine.
Sempre per il discorso che devo fare 40 pacchetti ho pensato di usare le buste piccole del pane color craft....colore che a me piace molto....ho fustellato il bordo con la fustella a leva sunday.
Con l'envolope p.b ho creato i fiocchi seguendo il tutorial di Annalisa spiegato qui, ho aggiunto qualche abbellimento  (per le tag ho utilizzato la fustella penny black)
 ed ecco come si presentano......





Vi faccio vedere un trucchetto... Avevo solo un campanellino bianco e un altro argento.....armatevi di embosser, polvere bianca ed inchiostro versacolor bianco e seguite il passo passo fotografico.....avrete il vostro campanellino bianco!!







Spero vi sia piaciuto! 

lunedì 20 ottobre 2014

I corsi di sabato 25 ottobre a Milano con Monica

mattina: Calendario da tavolo



pomeriggio: Corso di coloritura con pennarelli acquarellabili e Distress


Vedremo come utilizzare i pennarelli Impress, e i tamponi e le ricariche Distress per ottenere un effetto acquerello coi timbri; come creare uno sfondo acquerellato; come utilizzare le polveri per creare una mascheratura.

venerdì 17 ottobre 2014

mini teatrino di Natale

ciao carinissimi!!!!!! Sono la vostra Timbrina SARAAAA
e sono così eccitata del nuovo progetto che ho creato per voi! spero vi piaccia quanto  piaciuto a me farlo!

consiste nel costruire un teatrino a tema Natalizio...lo so vi aspettavate sicuramente qualcosa per Halloween,MA NON HO RESISTITO! mi sono totalmente innamorata della Babba Natale ..che dovevo trovargli un progettino solo per lei :) 

il materiale che vi serve per il mini teatrino è:


partiamo nel fustellare la scatolina con il cartoncino bianco e poi timbriamo a nostro piacimento il set della lawn fawn con l'inchiostro rosso


 poi sfumiamo con un po di inchiostro i bordi...come in foto


ora all'interno creiamo lo sfondo con le nuvoline e il babbo natale del set della penny black 


su un foglio bianco a parte timbriamo la babba natale ,coloriamola e sagomiamola 
come in foto


sul del cartoncino bianco ritagliamo tre strisce che riproducono la neve e con del biadesivo spessorato creiamo la scenetta posizionando la babba natale come più ci piace...glitteriamo un po, sia con il pennarellino wink of stella che con i glitter effetto ghiaccio , i particolari...


a questo punto chiuderemo la scatolina e la decoriamo con il cordoncino rosso,la targhetta e il timbro non aprire...


ecco i dettagli...



e qui il mini teatrino concluso!


spero il progetto vi piaccia
a presto SARA

venerdì 10 ottobre 2014

Scatoline animate per Halloween di Annalisa

 Ciao a tutti,
sono Annalisa e oggi vi terrò compagnia io!
Ormai si avvicina Halloween e io di questa festa mi sono innamorata 3 anni fa quando il 31 ottobre io e mio marito eravamo in viaggio di nozze proprio in America! Peccato che qui in Italia questa festa non è ancora così sentita!!
Quest'anno ho deciso che volevo  realizzare dei porta caramelle un po' animati così mio figlio potrà portarli all'asilo, ma volevo che fosse qualcosa di così semplice e veloce da realizzare visto che ne dovrò far 25!! Ed ecco qui cosa ne è uscito fuori....

Che ve ne pare?? Sono facili facili da fare, credetemi!
Per realizzare il pipistrello ho utilizzato del Bazzil nero e la fustella Sizzix Bigz L Die - Box w/Stick Handle Hole (che grande scoperta questa fustella!!). Per le ali invece ho utilizzato la Sizzix Framelits Die Set 10PK - Egg e poi con il punch tondo mi sono creata tanti semicerchi da un lato

Stessa fustella ho usato per il corpo del il gufetto. Per creare le "balze" ho usato la fustella LF612 Stitched Scalloped Border Dies della  Lawn Fawn. Gli occhi e il becco gli ho resi un po' sbirluccicosi (lasciatemi passare il termine) cospargenoli un po' di glitter 10311 Fool's Gold.

Ecco qui il fantasmino

Per realizzarlo è semplicissimo: seguite lo schemino qui in basso.
Le parti tratteggiate vanno piegateLa scritta "boo!" l'ho realizzata con la gomma crepla nera.
E per ultima non poteva mancare la mummia.

La scatolina la potete realizzare utilizzando lo schemino che vedete in foto:
Dove ci sono le linee continue dovete piegare il cartoncino.
Poi una volta assemblata, l'ho avvolta con della garza e il gioco è fatto!
Spero tanto di avervi dagli  spunti per festeggiare la vostra mostruosissima notte di Halloween!!!!
Alla prossima,
Annalisa

giovedì 9 ottobre 2014

I corsi di sabato 11 ottobre a Milano con Morena

CORSO BASE BIGLIETTI DI NATALE


La “magia del Natale”  nasce anche da un biglietto creato da te per un amico. Un Corso semplice per imparare ad usare timbri, polveri da rilievo e colori, dove i vostri   biglietti, segnalibri e chiudi pacco, prenderanno vita e daranno più valore ai vostri auguri.





PARTECIPAZIONI




Scegliendo dai diversi book che vi mettiamo a disposizione potete realizzare partecipazioni come queste, naturalmente scegliendo il colore di tendenza del momento oppure il colore che avrete deciso di usare per la vostra cerimonia. Potete portare anche un vostro progetto e vi aiuteremo a realizzarlo.     



venerdì 3 ottobre 2014

IL BIGLIETTO-RICETTA

Ciao a tutti da Cristina!
L'ultima volta vi avevo promesso bottoncini a volontà... e bottoncini avrete!
Questa volta mi sono inventata il biglietto-ricetta.
A volte è difficile fare regali, ma una delle nostre specialità culinarie, di solito, è assai apprezzata. E allora perché non accompagnarla anche dalla sua ricetta, con un simpatico biglietto? Ed ecco che, ispirata dalla grande varietà di bottoncini, è nata questa formula: si tratta di un biglietto con finestra, che permette di trasferire la decoratività dei bottoncini alla parte interna del biglietto!


Perché lasciare tutti i bottoncini solamente sulla facciata del biglietto?
Eccoveli aperti:

 
Questo è quello dedicato alla torta di carote. La formula è uguale per tutti, cambiano le dimensioni e le finestre, a seconda dei contenuti (lunghezza della ricetta) e delle dimensioni e della varietà dei bottoncini.
La facciata, che da qui chiameremo "pagina uno", contiene tutti i bottoncini e l'etichetta della ricetta, la pagina due contiene la sagoma con gli ingredienti e i buchi delle finestre, la pagina tre contiene parte dei bottoncini, che sono visibili anche in pagina uno, e la sagoma con la ricetta. Questa sagoma funge da tasca che contiene la tag a cui affideremo il nostro messaggio personale.

 
Vediamo gli altri:

 
E questo è quello natalizio, con i miei amatissimi omini gingerbread:
 


 

Vediamo un po' di materiali: per le carote non avevo carte a tema e così ho rimediato con della carta Bazzil  craft, il timbro di impronte 835-M (carota) e i tamponcini distress Spiced Marmalade e Mowed Lawn; i bottoncini Carrot Crop-3501, un pezzetto di Malmero Perlé arancione per la tag e del twine verde chiaro:
 
 
Per il biglietto con i cupcake ho usato la carta Tea Party della Dovecraft  DCDP123 e i bottoncini  Mini Sweet Treats-4821.
Per il biglietto ginger ho usato la carta Back to Basics Christmas della Dovecraft DCXDP25 e i bottoncini Christmas Cookies-2473.
 
 
E adesso il passo-passo per scoprire le astuzie (assai semplici) della costruzione.
Una volta che avete scelto la vostra specialità da regalare e i bottoncini che meglio la rappresentano, stampate la ricetta al computer, scegliendo i caratteri e il formato che più vi piacciono. La mia stampante è rudimentale (diciamo basic) e ho solamente il bianco e nero su carta 80g A4, quindi per me non si parla di colori e cartoncini; ma se voi siete più fortunate potete lavorare già su questi fronti a livello di stampa. A questo punto io incollo la mia stampata su un cartoncino da 220g e scelgo le sagome adatte ai miei testi.

 

 
In base all'ingombro dei testi decido il formato del biglietto e quanti e quali bottoncini voglio usare e, soprattutto, dove li voglio posizionare e che tipo di finestre voglio fare. Per fare la finestra in presenza di una mattatura occorre avere delle fustelle a nido, in modo da tagliare la mattatura con la fustella più grande e il biglietto con la fustella più piccola: questo buco sarà determinato dalla grandezza del bottoncino, in modo che ci passi agevolmente. Qui ho usato delle fustelle a cerchio della Lifestyle Craft (già QuicKutz) L-CC-001: sono fantastiche perché sono 20 dies da 1cm di diametro a 14 cm e quindi hanno intervalli minimi. Per di più non hanno nemmeno un costo esagerato (sono 20 fustelle) e c'è anche la possibilità di coordinare i cerchi scalloped: le trovate in negozio.
A questo scopo prendo un foglio A4 (di recupero), lo piego a metà per il lato lungo, ci sistemo sopra le sagome tagliate e i bottoncini, controllo che dalle future aperture delle mie finestre non si vedano i cartoncini con ingredienti e ricetta che stanno all'interno e così determino le dimensioni del mio biglietto:
 
 
Ora preparo le mattature delle tre pagine, che hanno le stesse misure. Poi prendo la mattatura della prima pagina e la metto, RETRO CONTRO RETRO, sulla mattatura della seconda pagina e, con la fustella della finestra più grande faccio i buchi che mi servono.
 
 
Incollo la mattatura della prima pagina sulla prima pagina del biglietto. Ora con la fustella della finestra più piccola faccio il buco nel biglietto. Questo sistema permette di avere finestre perfettamente mattate e centrate.
 
 
Ora il "grande lavoro" è finito: si incollano le mattature delle pagine interne, le etichette interne, creando la tasca, o, come in questo caso, le tasche per le tag, poi tocca all'etichetta di pagina 1 e ai bottoncini. Si preparano anche le tag: usando i blocchi di carte è facile e divertente trovare i motivi adatti e sempre intonati nei colori... Qui ho usato ancora il blocco Tea Party della Dovecraft, i bottoncini Strawberry-141 e del twine  verde chiaro e rosa.
 
 
Ed ecco il risultato finale:
 
 
Un tocco di Wink of Stella (che non son capace di farvi vedere in foto, ma che è molto bello) ed il biglietto è pronto!
Un'ultima noterella: di solito i bottoncini hanno un occhiello, che è abbastanza ingombrante: io lo elimino con un tonchesino e poi li attacco col biadesivo spessorato:

 
Per i bottoncini che non hanno occhiello e che sono traforati o bucati, vedi l'albero di Natale e i taglia biscotti dorati nel biglietto dei gingerbread, ho usato, come colla, il Glossy Accent Ranger: stupendo! Utile anche per fermare bene il bottoncino una volta che abbiamo tagliato l'occhiello: infatti è proprio l'occhiello che tiene insieme i vari strati colorati del bottoncino (fragole escluse) e, se vogliamo essere sicuri che l'incastro tenga, possiamo, eventualmente, usare un gocciolino di Glossy Accent.
Io qui ho usato solo alcuni degli assortimenti di bottoncini; in negozio troverete tantissime altre idee: golosissimi biscotti, lecca-lecca colorati, carinissime api per profumate preparazioni al miele... a tutto sapore e fantasia!
Spero che questo post vi sia piaciuto e, se non vi siete stufati dei bottoncini, andate a vedere i progetti a loro dedicati sulla nuovissima rivista di Impronte, di prossima uscita! E non ci sono solo bottoncini, ma una quantità di stupendi progetti natalizi!
Ci rileggiamo il mese prossimo
cristina