Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

mercoledì 26 febbraio 2014

Let's Distress!



Eccoci di nuovo qui. 

Paradossalmente sono più emozionata della prima volta, ma voi non raccontatelo in giro ed io cercherò di dissimulare;)

In questo post vi parlero', ed attenti perché sono logorroica anche nello scrivere, del mio grande amore: i Distress Inks della Ranger.

La caratteristica principale degli inchiostri distress è quella di reagire all'acqua, e possono essere usati in tantiiiiiiisssssssimi modi.

Il mio preferito -no, non è vero, ma di sicuro e' ciò che mi rilassa di più- e' quello della colorazione dei timbri. 

Se vi va, vi faccio vedere come mi 'rilasso' io. Metterò tante foto nella speranza di annoiarvi il meno possibile.

Prima però permetteremi due dritte sul materiale:
CARTA. Prendete una buona carta da acquarello. Non lesinate su questo. Personalmente la uso nella grammatura 300 con una buona percentuale di cotone.
- PENNELLO. Procuratevene uno piccolo, lavorerete su superfici ridotte, no un pennello grande non ve ne fate niente.
- PALETTE. E' un contenitore utilissimo, una specie di tavolozza con coperchio fatto apposta per gli inchiostri della Ranger. Costa pochi euro (naturalmente in negozio lo trovate) ed è una spesa intelligente ed utile. I distress reinkers non sono il supporto più caro per colorare un timbro, ma di certo non vi verranno regalati. Con un paio di goccine si colorano diverse figure. Questo contenitore, una volta chiuso conserverà intatta a prova di aria e di polvere la vostra goccina e così i vostri reinkers saranno eterni... O comunque passeranno anni prima di doverli comprare di nuovo.
INCHIOSTRO. Non vi fate fregare! State per colorare con dei colori che reagiscono all'acqua. Per timbrare la vostra immagine avete perciò bisogno di un inchiostro che non reagisca al suo contatto. Staz on o Archival andranno benissimo (provate il coffee come alternativa al solito nero). Non usate il Versafine: combina disastri con i pigmenti rossicci.
SALVIETTA e BICCHIERINO di ACQUA PULITA.

Se siete pronti partiamo.
La prima cosa che faccio e' quella di stampare la mia immagine sulla mia agendina. Così inizio a pasticciarci sopra e mi studio un po' le ombre, mi invento le pieghe, insomma.. Faccio amicizia con il mio timbro… Eheheh



Dopodiché si inizia.
Facciamo insieme il volto e il vestito.
Partiamo dal volto.
Intingo il mio pennellino leggermente bagnato nel colore (uso il Tattered Rose) e delineo una parte del contorno del volto. 


Sciacquo subito il mio pennello e tolgo l'acqua in eccesso. 
Con il pennello pulito adesso posso sfumare; con piccoli tratti porto il colore dal bordo verso il centro. Una volta e' sufficiente. Non tornateci su tanto, altrimenti il colore non lo sfumate, ma ve lo portate in giro sul disegno.


Dopo aver fatto questo passaggio, ripulite il vostro pennello, togliete di nuovo l'acqua in eccesso e sfumate di nuovo portandovi ancora di più verso il centro.

Quando avete finito, lasciate asciugare bene e ripetere il tutto. Inizierete a vedere la tridimensionalità ed inizierete a prenderci gusto.


Adesso passiamo al vestito. Io ho scelto un azzurro e più precisamente il Tumbled Glass. Se non ci sono le pieghe e le volete fare, disegnatele.


E poi procedete nello stesso modo del viso: stendete il colore, lavate il pennello, togliete l'eccesso di acqua e sfumate!



Guardate che bello già alla seconda passata!!! 



Sembra che mi stia imbrodando ma in realtà voglio dirvi che se ci riesco io può farlo chiunque.

Adesso le ombre ci sono di già. Ma accentuiamole. Scuriamo! Io ho scelto il Feaded Jeans e guardate che bello dopo averlo passato?



E ora antichizziamo! I colori distress sono colori "sporchi", non sono vibranti e accesi, sembra abbiano già vissuto una storia e che vogliano essere usati per raccontarla (si, faccio amicizia anche con gli inchiostri oltre che con i timbri) quindi lasciamo gliela raccontare. 
Un tocco di Vintage Photo (per il viso) e di Gathered Twigs (per il vestito) giusto per enfatizzare i bordi e le pieghe et voila' … ecco il timbro i finito. Che ve ne pare?



Ed ora la card montata.




Alla fine in mio ultimo passaggio e' quello di angosciare tuuuuuutte le mie amichette scrappers e chiedere loro cosa ne pensano. Se volte seguirmi anche in questo ultimo passaggio ma non avete amichette scrappers, mandatemi pure le foto che gliele giro io e poi vi faccio sapere.

Se vi è piaciuto, fatemi un fischio che così la prossima volta coloriamo insieme i capelli;)


Materiale usato:

martedì 25 febbraio 2014

I corsi di sabato 1 marzo a Milano con cristina

Al mattino ci divertiremo con buste e scatolette realizzate con la valigia e le tavolette della Crafter's Companion:


Al pomeriggio, sempre con valigia e tavolette, realizzeremo biglietti in vari formati, e di vari tipi: dai classici ai più fantasiosi


Ci rilasseremo anche con qualche fiocchetto e abbellimenti vari!




giovedì 20 febbraio 2014

creare una card




Ciao sono Monica. Oggi vi volevo mostrare come faccio ad usare i pastelli acquerellabili per colorare i timbri e creare una card come questa.


 

Ho timbrato i due topini su cartoncino bianco con un inchiostro che non si alteri con l'acqua , in quanto per sfumare i pastelli si deve usare il dry brush con la riserva d'acqua.
A questo punto la cosa primaria è scegliere da che parte viene la luce per giocare su lumeggiatura e ombreggiatura.


ora vi faccio vedere come dovete fare:





 vedete che il colore rimane più chiaro tirandolo con il pennello, non bagnatelo troppo e usate un panno carta per aiutarvi.




 
Penso che il pennellino dry brush sia molto utile e si può scegliere tra punte diverse (fine, media,larga e larga piatta) in base alle vostre esigenze.

 Con la framelits quadrata ritaglio il mio timbro.


 ho utilizzato questa carta glitterata a pois del blocco Blank Canvas di First Edition (che adoro) per fare la base del timbro con una framelist leggermente più grande


sempre con due framelist ho fatto la cornice bianca, per essere precisi ho tenuto fermo il tutto con del nastro






La struttura del biglietto è un rettangolo di bazzil rosso di misura  10,5cm  x  24 cm  poi l'ho piegato a meta'      

ho messo gli adesivi spessorati tra la carta fantasia e il timbro per fare rilievo e gli eyelets per farci passare il twine


 e con una carta che mi ha dato il fornaio (onestamente non so come si chiama) ho cucito la busta ai lati e abbellita con pezzi di carta che richiamano la card.








Materiali:
-Timbro Penny Black 30-020 Hugs
-pennello brush H2O
-bazzil paper
-blocchi cartoncino 15x15 first edition
-eyelets
-twine
-framelits quadrate
-big shot
-sticky dimensionals

Spero vi sia piaciuto......... a presto Monica


martedì 18 febbraio 2014

I corsi di sabato 22 febbraio a Milano con Annalisa


BIG SHOT: PROGETTI IN CARTA E FELTRO
Realizziamo insieme questi progetti utilizzando Big Shot, carta e feltro. Colla a caldo e un po' (ma proprio poco poco) di cucito per rifinire il tutto e proviamo a reinventarre le fustelle per ottenerne il massimo.



SCRAPBOOKING
Creiamo una pagina di scrapbooking partendo dalle vostre foto e utilizzando tutto quello che abbiamo in aula corsi per rendere la pagina un ricordo indelebile non solo di quanto raffigurato nelle foto ma anche della realizzazione della pagina!
Cosa dovete portare? Solo le foto che volete "scrappare" il resto è tutto in aula corsi.

venerdì 14 febbraio 2014

un amore tra le nuvole

 buongiorno carissimi ben tornati!!!!!!
Sono SARA e oggi vi mostro come fare un segnalibro un po diverso,magari da regalare al vostro fidanzato per questa festa degli innamorati :)




allora per realizzare il nostro segnalibro "S.Valentino
avrete bisogno dei seguenti materiali:
-cartoncino colorato
-fustella cerchio e cerchio scallop (ma potete scegliere qualsiasi forma voi preferiate!)
-timbro impronte : BACINI
-nastrino in raso
-bottoncino a forma di cuore 
-un cartoncino bianco per il templare delle nuvole
-uno sfumino e inchiostro azzurro per le nuvole


pronti???? si parte!!!!!!!! allora,
una volta timbrato il soggetto e ritagliato nella forma che più vi piace,posizionate su di esso un templare ( io ho disegnato le nuvolette a mano e poi le ho tagliate!) e con lo sfumino imbevuto d'inchiostro strofinateci sopra,ripetete l'operazione fino a che non si formerà il vostro cielo.
per un risultato migliore,lasciate dello spazio bianco tra una nuvola e l'altra ;)


ecco come dovrebbe venire...
A questo punto procedete a colorare i 2 bimbi come più vi piace!


nel fra tempo,nel cerchio scallop ,precedentemente fustellato nel cartoncino colorato, attaccate con del semplice scotch il nastrino al centro.


a questo punto basta assemblare i pezzi ed ecco il nostro segnalibro "coccoloso"



il bottoncino basta cucirlo in fondo al nastrino :)
ed il gioco è fatto!


spero che il mio tutorial vi sia piaciuto
e buon S.Valentino a tutti
a presto SARA

giovedì 13 febbraio 2014

I corsi di sabato 15 febbraio a Milano con Barbara

 CALLIGRAFIA BASE
Tanto esercizio per imparare la tecnica classica della calligrafia .
Applicata ai nostri pennarelli Zig Calligraphy riusciremo persino a fare tante decorazioni floreali.
Questo corso è indispensabile per iscriversi al Corso di Calligrafia Avanzato.


CALLIGRAFIA AVANZATO
In questa seconda tappa andremo a sfruttare al massimo le potenzialità dei nostri Zig Calligraphy
unendo scrittura e disegno.
Utilizzeremo altri tipi di pennarelli , con caratteristiche diverse, per completare e arricchire i nostri biglietti.
Per accedere a questo corso e indispensabile aver partecipato al corso di Calligrafia Base.


lunedì 10 febbraio 2014

Scatoletta con scompartimenti di Annalisa

Ciao a tutti!
Eccomi qui con un nuovo progetto: tra pochi giorni è San Valentino e ho pensato a una scatola multicompartimento da regalae al nostro amato.
Bene partiamo!!!
Occorrente
-Blocco First Edition FEPAD056 J'adore 30X30 (12"X12")
-Timbro Penny Black 30-020 Hugs!
- Foglio di acetato 13,7x19,2 cm
-Cartoncino bordoux
 
Dalla carta Carta Stardream Opal 285 gr mi taglio tre pezzi aventi le seguenti misure:
 
A) 20x14,5cm
B) 15x14,5 cm
C) 20x5,5cm
 
Prendo il cartoncino A e lo cordono a 2,5cm dal bordo di ogni lato
 
Adesso taglio i lati più corti e per avere maggior libertà nella piegatura, faccio
dei piccoli tagli obliqui
 
Assemblo la scatola , incollando con del biadesivo i lati: ed ecco pronta la base!
 
Prendo il cartoncino B e nel lato più corto cordono a 5,5 8 e 10,5 cm; e piego il cartoncino in maniera da avere una "T"
 
Metto il divisorio nella base della scatola e per dargli più stabilità la fisso con del biadesivo
 
Prendo il cartoncino C e cordono a 5,0 7,5 e 10cm nel lato più lungo e ripeto le stesse operazioni di prima: così mi sono creata un secondo divisorio:
 
Con la bellissima carta  First Edition FEPAD056 J'adore 30X30 (12"X12") ho abbellito l'interno tagliando tre pezzi da 3,8x14,8cm, 5,3x9,8cm, 5,3x4,8cm e gli incollo nei vari compartimenti
 
Adesso con l'acetato mi costruisco il coperchio: ripeto le stesse operazioni fatte per la base ma queste volta cordono dal bordo a 2 cm
 
Così ma nostra scatola è pronta.
Ora pensiamo un po' a decorarla: dalla carta stardream taglio un pezzo di 6x27cm e dalla carta pattern taglio un pezzo di 5,7x26,7 cm; unisco i due pezzi insieme. Avvolgo la striscia ottenuta intorno alla scatola e segno dove cordonarla
 
Quindi poi la fisso con del biadesivo.
Poi prendo il timbro della Penny Black, lo coloro e lo taglio con la Sizzix Framelits Die Set 8PK - Circles,  lo assemblo con il cartoncino bourdoux precedentemente tagliato con la Sizzix Framelits Die Set 8PK - Circles, Scallop, qualche decorazione e la nostra scatolina è pronta:
Io in uno scompartimento ho messo dei cioccolatini, in un altro una candela e nell'ultimo delle tag in cui scriverò dei pensieri.
Ed  eccomi qui alla fine di questo post.
Alla prossima,
Annalisa