Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

venerdì 6 giugno 2014

Benvenuta ESTATE!


Ciao a tutti, sono Cristina.
Oggi voglio mostrarvi un lavoro (anzi, due) la cui buona riuscita ha stupito persino me...
Niente di difficile, risultato spettacolare!
Vi presento le protagoniste: due fustelle Sizzix, naturalmente!



Si tratta della fustella 658063, una sizzlits (cioè fustella bassa) con due strepitose libellule; e la fustella 659245 (fustella alta, nera) con uno strabiliante fior di loto.
Non sono particolarmente appassionata di libellule, ma queste sono di spettacolare bellezza: hanno le ali finemente intarsiate, tanto belle che ho persino usato l'impronta della libellula (cioè quello che resta sul foglio una volta tolta la sagoma) come stencil per realizzare l'ombra della libellula in volo. Era un biglietto, che ho dato via e che...non ho fotografato, ma, credetemi, bell'effetto!
Invece amo tantissimo i fiori d'acqua (ninfee, loti) per cui ho preso questa fustella con grande gioia, ma... è grande! E allora che fare? E' difficile far stare un fiore di queste dimensioni su un biglietto, ma su una scatola fa tutta la sua figura!





Questo "esemplare" è fatto in vellum: due sagome lilla, due rosa chiaro e due bianche (lo trovate in negozio). Con la pieghetta ho curvato i petali, in modo più accentuato quelli interni (bianchi), un po' meno i rosa (centrali) e un lilla, mentre ho lasciato piatto l'ultimo lilla. Gli stami sono fatti in carta-spugna, la foglia (bellissima) è in stardream verde (cartoncino perlato). Ne è venuto fuori un fiore delicato e potente (a cui le foto non rendono grande merito), che restituisce parte dell'incantevole bellezza dell'originale. Poi, con una sottile striscia di acetato, piegata a Z, ho fatto il supporto della libellula: il corpo è in stardream marrone, il sopra in vellum bianco sfumato in lilla (corpo) e verde (ali).  Piegando leggermente le ali di vellum all'altezza del corpo, si ottiene un effetto "volo", molto carino, soprattutto all'aperto. Sotto ho fatto uno "specchio d'acqua" con carta brillantinata (quella molto liscia, ma luccicosissima). La scatola è fatta in carta jeans: coperchio chiaro, base scura, realizzata con la tavoletta The Boxer, Crafter Companion.
L'ho preparata come regalo ad un'amica (ecco il perché dell'iniziale) e contiene un piccolo assortimento di biglietti manufatti, principalmente con le bellissime novità della Lawn Fawn, appena arrivate!


E fin qui tutto bene, anzi tutto molto tranquillo, poi ho cominciato a fare delle prove. Dopo il vellum sono passata alla carta velina, ma il risultato è stato deludente: un fiore troppo "moscio", senza carattere, una brutta copia del vellum.
Poi sono passata alla gomma crepla ed il risultato è stato entusiasmante:


I fiori sono bellissimi e...galleggianti! Si può fare un fantastico centro tavola per le vostre serate estive.


I fiori ondeggiano delicatamente, muovendosi sul pelo dell'acqua con grande eleganza: ad ogni sguardo la composizione cambia forma e la libellula sembra davvero volare con un leggero fremito d'ali.


Come fare per averlo? Facilissimo!
Ci vuole la gomma crepla: io ho usato quella della Dovecraft A 4 Foam Multipack, dove, senza fatica e con poca spesa trovate i 4 colori già assortiti. Qui vi ho fatto vedere alcuni dei colori in "arlecchinata": naturalmente la gamma a disposizione è tale che potete farvi un centrotavola monocromatico, oppure un gradazioni differenti, intonate alla vostra tovaglia, o al vostro vestito...
Poi, naturalmente, ci vogliono le fustelle Sizzix, un embosser,  dei fermacampioni e del nastro biadesivo.

Un volta tagliate le quattro sagome del fiore (una per colore) le mettete una alla volta (tranne l'ultima che rimane piatta) in una coppetta da dessert (mi raccomando, non quella bella!) e dirigete il getto dell'embosser sui petali fino a che non otterrete la curvatura desiderata: i petali che stanno nel centro del fiore sono più chiusi di quelli dei giri esterni! Con l'embosser la gomma crepla si piega delicatamente verso l'interno arrotondandosi e diminuendo leggermente di misura, cosa che ci torna utilissima per scalettare, con effetto naturale, il fiore. Con le mani e con mosse leggere (attente che la crepla diventa calda, anche se non caldissima) fate raffreddare la spugna conferendole la forma desiderata. La coppetta serve per agevolare la piegatura dei petali e per non farvi scappare via il fiore!
Poi, con l'aiuto di un fermacampione di quelli grandi, da ufficio (a testa larga), fermate i vari strati ed il gioco è fatto! Non occorre nemmeno stringere troppo perché la crepla, essendo spugnosa, fa attrito e non si muove. Per gli stami: una volta tagliato il pezzetto, lo scaldate con l'embosser fino a far ripiegare le punte verso l'interno, poi mettete un pezzo di biadesivo leggero sul fondo (vedi foto) e lo arrotolate su sé stesso, formando un cilindretto. Tenendolo con una pinzetta, lo scaldate di nuovo con l'embosser sulla "testa" e, quando è ancora caldo, lo premete leggermente dandogli la forma a carciofino. Poi con del nastro biadesivo lo attaccate alla capocchia del fermacampione.

 Il fiore è fatto e pronto a salpare!
Anche il corpo della libellula è in gomma crepla (marrone), mentre le ali sono in acetato leggero: anche lei impermeabile e galleggiante. L'ho fissata sul fiore con la solita strisciolina di acetato pesante piegata a Z e fissata con biadesivo leggero.
Ed eccoci entrati in piena estate e con grande allegria!
Provate, che è facilissimo! Se avete dubbi, son qua.
Un salutone a tutti
cristina




4 commenti:

  1. Mamma mia che meraviglia!!!! Io adoro i fior di loto e impazzisco per le libellule......questo progetto a dir poco stupendo sembra fatto apposta per me!!! Grazie Cris, mi ha regalato un anticipo di estate davvero poetico!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Cristina un progetto magnifico per addobbare le nostre tavole estive!!! Bellissima idea!!!

    RispondiElimina
  3. Questi progetti sono bellissimi e, anzi, il secondo è spet-ta-co-la-re! Sono senza parole! Posso solo dire che sei stata bravissima!

    Mariangela ;-)

    RispondiElimina
  4. che delicatezza! il progetto delle ninfee galleggianti ti fa persino apprezzare questa prima ondata di caldo ^_^
    e la scatoletta, poi... che invidia per la destinataria di questo magnifico regalo!
    dev'essere un'amica davvero speciale ^_*
    bravissima, come sempre.

    RispondiElimina